Scopri Palermo
sul nostro blog

La Cattedrale di Palermo, intitolata a Maria SS Assunta, è il monumento che rappresenta la città, simbolo del sentimento di collaborazione tra le diverse dominazioni in Sicilia, che ha dato il nome allo stile arabo-normanno. L’edificio si trova in prossimità dell’arteria principale cittadina, via Vittorio Emanuele, e fa parte di un vecchio complesso che si estendeva tra il Cassaro e le mura settentrionali della paleapoli, il primo insediamento cittadino di origine punica.

Fu costruita sul cosiddetto piano della Cattedrale, dove in epoca premusulmana sorgeva una basilica cristiana, sulle cui rovine nell’831 gli arabi costruirono la moschea Gami (delle adunanze), restituita al culto cristiano dai normanni nel 1072.

Il Palazzo Reale o Palazzo dei Normanni sorge sul piano del Palazzo, nel nucleo più antico della città punica e romana, conosciuto con il nome arabo al- Halqah, la Galca. Costruito in stile fatimida intorno al X secolo dagli emiri arabi che ne fecero la prima sede delle attività amministrative, il castello reale, in arabo Qasr, dette il nome al quartiere circostante e alla strada principale, il Cassaro (attuale via Vittorio Emanuele).

Palermo, chiamata dai greci Panormus (“tutti porti”), vide lo sbarco di tante dominazioni, che si insediarono nella città. La città di Palermo ha origini antichissime, il più antico insediamento umano ci viene donato da graffiti di età preistorica disegnati all’interno delle grotte dell’Addaura. Il primo insediamento urbano risale al VIII secolo a.C.: Palermo venne occupata dai mercanti Fenici, che diedero alla città, il nome Zyz (“fiore”).

Alla fine della prima guerra Punica Palermo venne colonizzata dai Greci; la città, divisa dai fiumi Papireto e Kemonia, divenne di fondamentale importanza grazie alla strategica posizione geografica che la pone al centro del Mediterraneo: si inizia a vedere lo scenario di un era fiorente al commercio e agli scambi con il resto dell’Europa.

Cappella Palatina

La Cappella di San Pietro, nota come Cappella Palatina, risale al 1130, anno dell’incoronazione di re Ruggero, che volle farne il simbolo della potenza cristiana sull’isola. Costruita secondo le regole della qubba islamica, di forma quadrata, ha una struttura latina a tre navate, sormontate da soffitti a struttura alveolare in legno decorato, detti muqarnas, realizzate da artisti nord africani sul modello dell’iconografia profana islamica.

“ Tante Sicilie, perché? Perché la Sicilia ha avuto la sorte di ritrovarsi a far da cerniera nei secoli fra la grande cultura occidentale e le tentazioni del deserto e del sole, tra la ragione e la magia, le temperie del sentimento e le canicole della passione. Soffre, la Sicilia, di un eccesso di identità, né so se sia un bene o sia un male. Certo per chi c’è nato dura poco l’allegria di sentirsi seduto sull’ombelico del mondo, subentra presto la sofferenza di non sapere districare fra mille curve e intrecci di sangue il filo del proprio destino” (G. Bufalino)

Pagina 2 di 2

Monumenti e
luoghi di interesse
 

Abbiamo scritto per te una serie di articoli sui monumenti e sui luoghi da visitare a Palermo. In ogni articolo ci sono tutte le informazioni che servono per organizzarti, dove si trova il luogo di interesse, come arrivarci e quanto dista dal nostro b&b.

Vuoi visitare Palermo? Approfitta dei nostri last minute!

SCOPRILI ORA
Seguici sui
social network